Scopri i corsi certificati di apiterapia

Provenienza miele

Il miele è un alimento che le api producono dal nettare delle piante o dalla melata. Amato in tutto il mondo per la sua dolcezza e profondità di sapore, è usato in molti cibi e ricette. L’odore, il colore e il gusto del miele variano in base al tipo di fiori di cui è composto, quindi ci sono innumerevoli varietà disponibili. Il miele ha una serie di potenziali benefici per la salute e svolge un ruolo in molti rimedi casalinghi e trattamenti di medicina alternativa.

Il miele d’api ha più di 2000 fiori come potenziali fonti, di conseguenza, le sue caratteristiche sono estremamente variabili. Ecco perché, aiutato dai propri sensi, l’operatore di apiterapia deve avere la capacità di stabilire la qualità generale del miele e/o le sue qualità terapeutiche. Il miele è conosciuto in tutto il mondo principalmente come cibo e meno come medicinale. Attualmente è stata rivalutata l’importanza del miele per la salute umana e animale. Molti specialisti provenienti da paesi come: Nuova Zelanda, Romania, Francia, India, ecc. hanno dimostrato che il miele può essere un medicinale se ottenuto e utilizzato in determinate condizioni. Il miele grezzo (non filtrato, lavorato o sottoposto a trattamenti termici) rappresenta un efficace rimedio naturale, indipendentemente dal fatto che venga somministrato internamente o localmente. 

Caratteristiche del miele

Per preservarne la qualità, il miele deve essere protetto dall’azione diretta della luce e prodotto al buio dell’alveare, anche se il nettare viene portato da fiori benedetti dal sole. Dobbiamo ricordarci che il miele è fotosensibile. 
La capacità del corpo di assorbire quasi l’intera quantità di miele ingerito supera il grado di assimilazione di qualsiasi altro alimento. Per ogni kg di miele consumato, il grado di assimilazione è del 98%: questo significa che, da 1000 g di miele, solo 20g si trasforma in residui che sono poi rimossi.

Se ben si potessero sviluppare determinati batteri nel miele, presto il loro ambiente diventerebbe inospitale.
La spiegazione è molto semplice:

“I batteri non possono vivere senz’acqua; il miele, essendo fortemente idrofilo, estrae l’acqua contenuta nei batteri e questi vengono così eliminati.”

Il miele in linea di massima contiene valori variabili di:

 

– Fruttosio e Glucosio

– Proteine

– Carboidrati

– Fibra

– Acidi maturali

– Enzimi

– Sali minerali

 

Il miele è essenzialmente zucchero puro, senza grassi e solo tracce di proteine e fibre. Contiene piccole quantità di alcuni nutrienti, ma la maggior parte delle persone in genere non consuma abbastanza miele per essere una fonte dietetica significativa di vitamine e minerali. Tuttavia, vale la pena notare che il miele è ricco di composti vegetali salutari noti come polifenoli. Il miele è considerato una medicazione gastrica naturale, ma anche un trattamento per le ustioni o per guarire le ferite, dato il suo forte effetto antinfiammatorio e antibatterico.

Proprietà medicali del miele

Le proprietà terapeutiche e curative del miele possono essere innumerevoli:

 

Il miele ha un effetto antibatterico:

• Il miele contiene piccole quantità di acqua, ha un pH relativamente basso e presenta un’alta osmolarità che si traduce in “condizioni di vita ostili” per i batteri;

• I bioflavonoidi nel miele hanno un effetto antibatterico diretto;

• Molti degli enzimi presenti nel miele sono antibatterici.

 

Il miele è un prodotto dell’apicoltura con effetto anticarie:

• in generale il miele è una sostanza antibatterica;

• il miele nutre le gengive.

 

 Il miele ha un effetto biostimolante:

 • il miele è un “cibo vivo” che immagazzina una notevole quantità di bioenergia;

 • il miele fornisce energia ottimale per le cellule viventi.

 

Il miele ha un effetto lassativo:

• il  miele è igroscopico (attira l’acqua);

• il miele migliora la flora intestinale.

 

Si osserva quindi che esistono numerose proprietà che supportano il fatto che il miele possa essere considerato una vera medicina naturale. Grazie alle sue proprietà, il miele può curare diverse patologie o migliorare determinate condizioni, tutto comprovato da prove scientifiche. Ecco alcune delle evidenze scientifiche disponibili:

il miele è Ricco di antiossidanti

Il miele di alta qualità, che è minimamente lavorato, non riscaldato e fresco, contiene molti importanti composti vegetali bioattivi e antiossidanti, come i flavonoidi e gli acidi fenolici. Le varietà più scure tendono a offrire più antiossidanti rispetto alle varietà più leggere.

Gli antiossidanti aiutano a neutralizzare le specie reattive dell’ossigeno nel nostro corpo, che possono accumularsi nelle cellule e causare danni. Questi danni possono contribuire a condizioni come: l’invecchiamento precoce, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache. In quanto tale, molti dei benefici per la salute del miele sono attribuiti al suo contenuto di antiossidanti.

il miele Migliora i livelli dello zucchero nel sangue rispetto agli zuccheri normali

Quando si tratta di gestione della glicemia, il miele può offrire alcuni lievi benefici rispetto allo zucchero normale. Sebbene il miele aumenti il livello di zucchero nel sangue proprio come fanno altri tipi di zucchero, gli antiossidanti che contiene possono aiutare a proteggere la persona dalla sindrome metabolica e dal diabete di tipo 2.

I ricercatori hanno scoperto che il miele può aumentare i livelli di adiponectina, un ormone che riduce l’infiammazione e migliora la regolazione della glicemia.

Ci sono anche alcune prove che dimostrano come l’assunzione giornaliera di miele può migliorare i livelli di zucchero nel sangue a digiuno nelle persone con diabete di tipo 2.

Tuttavia, mentre il miele può essere leggermente migliore dello zucchero raffinato per le persone con diabete, dovrebbe comunque essere consumato con moderazione.

È anche importante sapere che alcuni tipi di miele possono essere diluiti con sciroppo semplice e, sebbene l’adulterazione del miele sia illegale nella maggior parte dei Paesi, rimane comunque un problema diffuso.

il miele Potrebbe migliorare la salute del cuore

Il miele può anche aiutare a prevenire le malattie cardiache. Secondo uno studio, il miele può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, migliorare i livelli di grasso nel sangue, regolare il battito cardiaco e prevenire la morte di cellule sane, tutti fattori che possono migliorare la funzione e la salute del cuore.

Uno studio su oltre 4.500 persone di età superiore ai 40 anni ha associato un’assunzione moderata di miele a un minor rischio di ipertensione tra le donne.

il miele Migliora le scottature e la guarigione delle ferite

Il trattamento topico al miele è stato utilizzato per curare ferite e ustioni sin dall’antico Egitto.
La pratica è ancora comune oggi.

Una revisione di 26 studi sul miele e sulla cura delle ferite ha trovato il miele più efficace nel curare le ustioni a spessore parziale e ferite che sono state infettate dopo l’intervento chirurgico. Il miele è anche un trattamento efficace per le ulcere del piede legate al diabete, che possono rappresentare gravi complicazioni che possono ulteriormente portare all’amputazione. Uno studio che includeva persone con ulcere del piede legate al diabete ha riportato un tasso di successo del 43,3% con il miele come trattamento delle ferite.
In un altro studio, il miele per uso topico ha guarito un impressionante 97% delle ulcere legate al diabete dei partecipanti. I ricercatori teorizzano che i poteri curativi del miele derivino dai suoi effetti antibatterici e antinfiammatori. Inoltre, il miele può aiutare a trattare altre condizioni della pelle tra cui psoriasi e lesioni da herpes. Il miele di Manuka è considerato particolarmente efficace nel trattamento delle ustioni.

Tuttavia, se hai una grave ustione, dovresti consultare immediatamente un medico.

il miele Può aiutare a lenire la tosse nei bambini

La tosse è un problema comune per i bambini con infezioni delle vie respiratorie superiori. Queste infezioni possono influenzare il sonno e la qualità della vita sia dei bambini che dei genitori. Tuttavia, i comuni farmaci per la tosse non sono sempre efficaci e possono avere effetti collaterali. È interessante notare che il miele può essere una buona alternativa, con prove che indicano che è un’opzione di trattamento efficace. Una revisione di diversi studi sul miele e sulla tosse nei bambini ha rilevato che il miele sembra essere più efficace della difenidramina per i sintomi della tosse. Può anche aiutare a ridurre la durata della tosse. Un’altra recensione ha rilevato che può anche migliorare la qualità del sonno tra i bambini con tosse. Inoltre, a differenza di alcuni medicinali per la tosse, il miele non ha effetti collaterali. Tuttavia, non dare mai il miele ai bambini di età inferiore a un anno a causa del rischio di botulismo.

il miele E' facilmente inserito nelle diete

Il miele è facile da aggiungere alla tua dieta. Per ottenere una piccola spinta di antiossidanti dal miele, puoi usarlo in qualsiasi modo usi normalmente lo zucchero. È eccellente per addolcire yogurt bianco, caffè o tè. Puoi anche usarlo in cucina. Come rimedio casalingo, può essere applicato direttamente su ustioni o ferite lievi o somministrato per via orale per la tosse. Ricorda che non dovresti dare il miele ai bambini di età inferiore a 1 anno a causa del rischio di botulismo. Inoltre, tieni presente che il miele è un tipo di zucchero, quindi consumarlo farà aumentare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, mangiare grandi quantità di miele, soprattutto in modo costante per un lungo periodo, può contribuire all’aumento di peso e aumentare il rischio di malattie come il diabete di tipo 2 o le malattie cardiache. Pertanto, attenersi a un’assunzione da bassa a moderata.

Tipologie di miele

Oltre ai benefici generali del miele ci sono alcune proprietà che variano a seconda della sua origine botanica.

Miele di tiglio: ha il sapore più gradevole e più forte di tutti i tipi di miele. Ha qualità lenitive e antisettiche, è consigliato per la cura di malattie quali: disturbi del sistema nervoso, insonnia, febbre, mal di stomaco, prevenzione dell’emicrania, prevenzione polmonite, asma e tubercolosi.

Miele di girasole: ha proprietà toniche, è anche un afrodisiaco e stimola l’immunità.

Miele di bosco: questo tipo di miele ha proprietà lassative, le più forti di qualsiasi altro tipo di miele, ha anche effetti antinfiammatori sul tratto digerente e aiuta a eliminare le tossine.

Miele di acacia: è trasparente subito dopo la raccolta, ma il suo colore dipenderà dai favi in cui è stato immagazzinato. Pertanto, può avere sfumature di giallo pallido o giallo chiaro. Il miele di acacia ha un sapore gradevole, è un liquido viscoso e non mostra segni di cristallizzazione quando è in condizioni fresche. Ha un effetto calmante sulla tosse, ha proprietà antisettiche, è utile nella lotta alla fatica e nel trattamento delle nevrosi.

Miele di coriandolo: ha un colore rossastro, un aroma e un odore forti. Ha effetti utili nel trattamento di ulcere e gastrite iperacida. Il miele di coriandolo protegge il fegato e aiuta a trattare la stitichezza, il gonfiore e l’indigestione.

Miele di conifere: ha proprietà eccezionali sui polmoni e sul sistema respiratorio, beneficiando delle proprietà antinfettive e antitosse.

Miele di menta: è usato come antitosse, analgesico, antispasmodico. Facilita la digestione e combatte il gonfiore.

Miele Millefiori: perché contiene nettare di dozzine o centinaia di piante, il miele millefiori prende in prestito le loro proprietà terapeutiche essendo così una delle tipologie più complesse di miele.
Le principali proprietà di questo tipo di miele sono: disinfettante, antisettico, sedativo, diuretico e lassativo.

Miele medicale

Il miele medico è un agente naturale non tossico che è stato usato per curare le ferite da migliaia di anni. Questo antico rimedio viene spesso utilizzato nelle medicazioni per le ferite per ridurre o fermare la crescita di un’ampia gamma di batteri (antimicrobici) che si trovano comunemente nei letti delle ferite.

Per essere utilizzato nei prodotti per la cura delle ferite, il miele deve essere prodotto secondo gli standard più elevati per garantire che il miele sia pulito e privo di contaminanti come pesticidi e microrganismi.
Ciò significa che il prodotto finale è sicuro da usare sulle persone.

 

Il miele medico è composto unicamente da miele purissimo (al 100%), standardizzato e irradiato a raggi gamma ad elevata concentrazione enzimatica.

 

I prodotti regolamentati per la cura delle ferite a base di miele possono essere percepiti come costosi e spesso il miele da tavola che si trova nei supermercati può essere considerato un’alternativa più economica. Nei test di laboratorio, il miele da tavola ha dimostrato di essere meno efficace nel ridurre i batteri nelle ferite e contiene una gamma più ampia di spore microbiche rispetto al miele sterilizzato. La presenza di una ferita può creare una serie di sfide di gestione. Pertanto, le medicazioni sterili per le ferite sono considerate un trattamento multiuso più sicuro ed efficace per la gestione delle ferite.

Chiedi consiglio al tuo medico prima di usare il miele da tavola in quanto ciò potrebbe influire sui risultati di guarigione delle ferite.

il miele medico E' sicuro

Esistono prove cliniche a sostegno dell’uso sicuro del miele nella cura delle ferite. Devi avvisare il tuo medico se hai mai avuto reazioni a prodotti correlati alle api o a base di miele per prevenire una reazione avversa. Il miele è sicuro da usare su quei pazienti con diabete in quanto non ci sono prove a sostegno che influisca in modo significativo sui livelli di zucchero nel sangue. Non sono ancora stati segnalati casi di ceppi batterici resistenti al miele. Il tempo consigliato per l’applicazione del miele è di due settimane. Una valutazione infermieristica successiva a questo periodo mirerà a determinare un piano di gestione concordato.

Attenzione

 

Il processo di lavorazione del miele distrugge tutti gli enzimi utili a scopi terapeutici, per questo i mieli commerciali sono meno antibatterici e non hanno benefici medici.

I consigli medici riportati in questo articolo non rappresentano un metodo di cura consigliato. Maggiori informazioni qui.

Goditi tutti i benefici diventa un

Associato

Diventando associato AANI potrai beneficiare di numerosi vantaggi. Potrai partecipare a corsi dedicati di apicoltura unendo il tutto alle conoscenze di Apiterapia.

Specializzarsi non è mai stato così semplice…

Ti insegneremo a fare l'apiterapia nella maniera giusta!

iscriviti ora

per scoprire i SUOI benefici

Apiterapia