Scopri i corsi certificati di apiterapia

Contenuto della Propoli

Tra tutti i prodotti dell’apicoltura la propoli è probabilmente il prodotto più “medicinale” dell’alveare.

La sua composizione è un argomento affascinante: le sue proprietà e indicazioni farmacologiche sono infatti studiate da milioni di ricercatori. Possiamo parlare di un gran numero di composti che sono stati identificati nella propoli e utilizzati per la salute umana.

Da un punto di vista quantitativo, la propoli contiene:

– 55% resine (la resina è un termine usato per sostanze solitamente appiccicose e insolubile o molto poco solubile in acqua o in solventi organici; a causa di questa insolubilità, sembrano essere importanti solo per le loro proprietà strutturali) e balsami (sono balsami le sostanze naturali, in forma liquida o semiliquida, generalmente ottenute dalla corteccia degli alberi con metodi speciali).

– tra il 7,5 e il 35% di cera (secondo gli studi di Ushkalova e Topalova (1978), la cera è un elemento indispensabile della propoli.

– 10% di oli volatili (gli oli volatili sono composti che di solito hanno un odore gradevole);

– 5% di polline;

– 5% di acidi grassi;

– tra il 4,40 e il 19% di impurità; terpeni, sostanze di tipo tannico, secrezioni e componenti accidentale delle ghiandole salivari delle api.

La propoli è l’antibiotico più naturale mai utilizzato dall’uomo: questa scoperta è stata fatta oltre 2000 anni fa.
I suoi effetti battericidi, infatti, sono noti dalla comparsa delle prime fonti scritte.

Gli antichi greci, romani ed egizi riportano l’uso della propoli per le sue proprietà curative su lesioni cutanee.

Nella medicina popolare odierna, la propoli è nota e ampiamente utilizzata con prove scientifiche a favore dei suoi benefici.

Proprietà della propoli

Apiterapia con la Propoli

Si ritiene che la propoli abbia proprietà antibatteriche, antivirali, antimicotiche e antinfiammatorie. Ma la ricerca scientifica sulla propoli è limitata. I ricercatori non sono esattamente sicuri del perché, ma il prodotto delle api sembra fornire protezione da alcuni batteri, virus e funghi.

 

Ferite

La propoli ha un composto speciale chiamato pinocembrina, un flavonoide che agisce come antimicotico.
Queste proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche rendono la propoli utile nella guarigione delle ferite.
Uno studio ha scoperto che la propoli può aiutare le persone che hanno subito ustioni traumatiche a guarire più velocemente accelerando la crescita di nuove cellule sane.

Un altro studio ha scoperto che un estratto alcolico di propoli topico era più efficace di una crema steroidea nel ridurre i mastociti nelle ferite da chirurgia orale. I mastociti sono associati all’infiammazione e al rallentamento della guarigione delle ferite.

 

L’herpes labiale e l’herpes genitale

Gli unguenti che contengono il 3% di propoli, possono aiutare ad accelerare i tempi di guarigione e ridurre i sintomi sia dell’herpes labiale che dell’herpes genitale.

Uno studio ha scoperto che quando la propoli topica veniva applicata tre volte al giorno, aiutava a curare l’herpes labiale più velocemente di nessun trattamento. I ricercatori hanno scoperto che la crema di propoli non solo riduceva la quantità di virus dell’herpes presente nel corpo di una persona, ma proteggeva anche il corpo da futuri attacchi di herpes labiale.

 

Cancro

È stato scoperto che la propoli abbia un ruolo anche nel trattamento di alcuni tipi di cancro. Secondo uno studio, ecco alcuni degli effetti antitumorali della sostanza:

– impedisce alle cellule cancerose di moltiplicarsi,

– riduce la probabilità che le cellule diventino cancerose bloccando i percorsi che impediscono alle cellule tumorali di scambiarsi segnali.

Lo studio ha anche suggerito che la propoli potrebbe essere una terapia complementare (ma non in un unico trattamento) per il cancro. Un altro studio ha scoperto che l’assunzione di propoli cinese potrebbe essere un utile terapia complementare nel trattamento del cancro al seno grazie ai suoi effetti antitumorali sulle cellule di questo tipo di cancro.

Precauzioni nell'uso della propoli

Non ci sono ancora prove sufficienti per determinare se i prodotti a base di propoli siano sicuri o meno, ma non sono considerati ad alto rischio. Le persone in genere assumono un po’ di propoli quando mangiano il miele. Tuttavia, se hai un’allergia al miele o alle api, avrai anche una reazione ai prodotti contenenti propoli.
La propoli può anche causare una propria reazione allergica se usata per lungo tempo.

Gli apicoltori sono alcune delle persone che hanno maggiori probabilità di avere un’allergia alla propoli perché sono sempre a contatto con questa sostanza. La tipica reazione allergica è un’eruzione cutanea simile a un eczema.

Parla con il tuo medico prima di aggiungere propoli al tuo piano di trattamento, soprattutto se hai allergie o asma esistenti.

Acquisto della propoli

La propoli può essere acquistata nelle farmacie o nei negozi di alimenti naturali. Le forme topiche includono creme, unguenti e lozioni. La propoli può anche essere assunta per via orale ed è disponibile in compresse, estratto liquido e capsule. Attualmente, non esiste una dose raccomandata dal medico perché sono necessarie ulteriori ricerche. Uno studio raccomanda una concentrazione giornaliera di circa 70 milligrammi al giorno.
I produttori possono suggerire una dose sull’etichetta del prodotto.

Chiedi al tuo medico se la propoli è sicura per te prima di assumere qualsiasi integratore.


 

Attenzione

 

I consigli medici riportati in questo articolo non rappresentano un metodo di cura consigliato. Maggiori informazioni qui.

Goditi tutti i benefici diventa un

Associato

Diventando associato AANI potrai beneficiare di numerosi vantaggi. Potrai partecipare a corsi dedicati di apicoltura unendo il tutto alle conoscenze di Apiterapia.

Specializzarsi non è mai stato così semplice…

Ti insegneremo a fare l'apiterapia nella maniera giusta!

iscriviti ora

per scoprire i SUOI benefici

Apiterapia